El morir no me dà pena

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
75%.svg
Qualità del testo: sto testo el xe conpleto, ma el gà ancora da vegner rileto.
[p. 281 modifica]
SULLO STESSO ARGOMENTO.


CANZONE


El morir no me dà pena,
    Perchè penso de restar
    In qualcosa, e un'altra scena
    4A sto Mondo aver da far.

Penso andar dall'elemento
    Della terra a quel del fuogo,
    Dopo in acqua, e fatto vento
    8De cazzarme in ogni liogo.

Me lusingo d'andar suso
    Per le gambe della Dona,
    E tegnirghe fresco 'l buso
    12Sè del Cul, che della Mona.

[p. 282 modifica]


Fatto in terra da boccali,
    Ma de quella bianca, e slissa,
    Spero andar in quei orinali,
    16Dove, che le belle pissa;

Spero in fuogo pò ridotto,
    Che me metta qualche Puta
    Alle Cottole de sotto
    20Per tegnir la Mona suta.

Gaverò pò un gusto matto,
    Ch'una Donna franca, e brava,
    Quando in acqua sarò fatto,
    24Che la Mona la se lava.

Spero nascer pò in t'un fior,
    Che ste Donne graziosette
    Per sentir quel bon odor
    28Le me metta frà le Tette.

[p. 283 modifica]


Posso un zorno andar in lin,
    E dal lin passar in tela,
    O sia renso soprafin
    32Per camisa a qualche bela;

Sento adesso un gran diletto
    A pensar co sta camisa,
    Che gà addosso un bel musetto,
    36La se forba la Marfisa,

De redurme pò in pezzetta
    Gò speranza, e ch'ogni mese
    Qualche bella se la metta
    40Dove, che la gà 'l Marchese.

De galletta spero in sea
    De passar pò in calza fina,
    E cussì, che me ricrea
    44Sù 'na bella gambolina;

[p. 284 modifica]


De sta seda alla gran moda
    Vegna fatto dei merletti,
    E in sta forma me la goda
    48Destirà sù do bei petti.

In t'un tagio de braghesse
    Penso andar de seda flossa,
    Ch'una pò se le mettesse
    52Per tegnir calda la cossa.

Una Ventola chi sà,
    Che no vada deventando,
    E una Dama per Città
    56La me vaga vìa menando.

Con la parte spiritosa
    Anderò in t'un cagnoletto,
    E 'na Donna morbinosa,
    60Che me tegna spesso in letto.

[p. 285 modifica]


Me la godo a fegurarme,
    Ch'una in letto me tegnisse;
    Perchè mi vorria cazzarme,
    64Dove 'l pan la digerisse,

Anca a costo de gran botte
    Mi davanti gh'anderìa,
    E con gusto tutta notte
    68Mi liccarghela vorrìa.

Andar dopo in t'un Osello
    Se puol dar, che mi me tocca,
    E che qualche muso bello
    72El pignol me dasse in bocca,

E che in man la me chiappasse
    Co 'na grazia, ch'innamora,
    E d'andar, che la m'usasse,
    76Della Cheba drento, e fuora.

[p. 286 modifica]


In tel corpo d'una Dona
    Quando penso andar un dì,
    E che gaverò la Mona
    80Mi gò un gusto, che mai pì,

Per sentir, s'è diferente
    Della Donna 'l godimento,
    E chi assae più gusto sente,
    84S'ella a tiorlo, o mi andar drento.

Ah! Se in Donna mi rinasso,
    E in t'un muso, che sia bello,
    Voggio al Mondo tiorme spasso,
    88Col provar più d'un Osello!

Anca se no la me tira
    Voggio andar de quà, e de là,
    E la Mona a chi sospira
    92Voggio dar per carità.

[p. 287 modifica]


No sarò cussì smorfiosa,
    Come, che xe qualcheduna,
    Che par fazza la gran cosa,
    96Co la dà la Mezzaluna.

Voggio tiorme ogni solazzo,
    E voi farlo con prudenza,
    Ma trattandose de Cazzo
    100Sarò larga de conscienza.

Pò me vago consolando
    In t'un Omo de passar,
    In t'un Omo forte, e grando;
    104Fatto a posta per chiavar,

In t'un corpo assae ben fatto,
    Che no gabbia gnessun mal,
    Ch'i cogioni sia da gatto,
    108E sia d'Aseno 'l Cotal.

[p. 288 modifica]


Ah! Che, quando me feguro
    Co sta mia trasmigrazion
    De tornar col Cazzo duro,
    112Gò 'na gran consolazion.

Tanto, che, co penso ben,
    Che chiavar mi possa ancora,
    E chiavar, come convien,
    116De morir no vedo l'ora.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=El_morir_no_me_dà_pena&oldid=45777"