Hò letto la risposta, ch'i hà fatto alla mia Critica

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
75%.svg
Qualità del testo: sto testo el xe conpleto, ma el gà ancora da vegner rileto.
[p. 146 modifica]
CONTRO CHI HÀ RISPOSTO ALL'ANTEDETTA CRITICA.


MARTELLIANI


Hò letto la risposta, ch'i hà fatto alla mia Critica,
    Dove, che la mia Musa se chiama razza stitica;
Che i diga quel, ch'i vuol, la sia cattiva, o bona,
    Me basta, che la piasa a qualsesìa persona;
5La mia a bon conto hà dà gusto, e solazzo,
    La soa per quel, che sento, no xe stimada un Cazzo;
Ma quando, che la mia rispetto avea al Goldoni,
    Che bisogno ghe giera de seccar più i cogioni?
S'halo volesto tior sto gusto d'appellar,
    10Acciò, che mi lo manda a farse buzarar?
Se de sta bella cosa l'avesse volontà,
    Che'l fazza pur el conto, che mi l'abbia mandà.

[p. 147 modifica]

Zà questo xe un poeta, el qual se crede intorno
    Aver tutto'l Parnasso, e mi nol stimo un corno;
15Perchè un Omo, co'l scrive, ma senza rifflession,
    O che nol xe prudente, oppur, che'l xe cogion.
Che nol l'avesse fatta no pagherave un pelo,
    Perchè sò, che dell'Aseno l'ose no và in Cielo,
Anzi ve digo schietto, amigo, e no v'adulo,
    20Da sta sorte de lengue liccar me fazzo 'l Culo.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Hò_letto_la_risposta,_ch%27i_hà_fatto_alla_mia_Critica&oldid=46528"