Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/148

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


CONTRO CHI HÀ RISPOSTO ALL'ANTEDETTA CRITICA.


MARTELLIANI


Hò letto la risposta, ch'i hà fatto alla mia Critica,
    Dove, che la mia Musa se chiama razza stitica;
Che i diga quel, ch'i vuol, la sia cattiva, o bona,
    Me basta, che la piasa a qualsesìa persona;
5La mia a bon conto hà dà gusto, e solazzo,
    La soa per quel, che sento, no xe stimada un Cazzo;
Ma quando, che la mia rispetto avea al Goldoni,
    Che bisogno ghe giera de seccar più i cogioni?
S'halo volesto tior sto gusto d'appellar,
    10Acciò, che mi lo manda a farse buzarar?
Se de sta bella cosa l'avesse volontà,
    Che'l fazza pur el conto, che mi l'abbia mandà.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/148&oldid=60843"