Vuoi tu saper, o legitor, chi sìa

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
75%.svg
Qualità del testo: sto testo el xe conpleto, ma el gà ancora da vegner rileto.
[p. 299 modifica]
SIMILE.


SONETTO


Vuoi tu saper, o legitor, chi sìa
    Colui, che giace estinto in quest'Avello?
    Fu un Uom, che visse sempre in allegrìa
    4Qual, ch'in zucca non hà troppo cervello.

La musica li piacque, e poesìa,
    E con le Donne fece sempre il bello,
    Molto si dilettò dell'Osterìa,
    8Nè mai lasciò patir fame all'Osello.

La morte non l'hà punto sbigottito,
    Che, come buon filosofo, sapea
    11Che dovea ritornar, dov'era uscito.

Sol d'una cosa in morte si dolea,
    Non perchè havea di vivere finito,
    14Ma perchè mai più fotter non potea.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Vuoi_tu_saper,_o_legitor,_chi_sìa&oldid=48581"