Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/301

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


SIMILE.


SONETTO


Vuoi tu saper, o legitor, chi sìa
    Colui, che giace estinto in quest'Avello?
    Fu un Uom, che visse sempre in allegrìa
    4Qual, ch'in zucca non hà troppo cervello.

La musica li piacque, e poesìa,
    E con le Donne fece sempre il bello,
    Molto si dilettò dell'Osterìa,
    8Nè mai lasciò patir fame all'Osello.

La morte non l'hà punto sbigottito,
    Che, come buon filosofo, sapea
    11Che dovea ritornar, dov'era uscito.

Sol d'una cosa in morte si dolea,
    Non perchè havea di vivere finito,
    14Ma perchè mai più fotter non potea.