Occhi belli, occhi dolci, occhi mie cari

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
75%.svg
Qualità del testo: sto testo el xe conpleto, ma el gà ancora da vegner rileto.
Occhi belli, occhi dolci, occhi mie cari (Venieresca VI)
XVI secolo
←  Venieresca V. Madonna, son un homo tanto schietto Edission e fonte ▼ Venieresca VII. La mia donna dormiva co un cussin  →

Occhi belli, occhi dolci, occhi mie cari,
Che co 'l proprio valor se ha acquistà tanto,
Che Amor, oltra del darve el primo vanto,
Ve ha dà el baston de tutti i so corsari,

Occhi, che transcorsando e i fiumi e i mari
E l'amoroso regno tutto quanto,
Havé messo ogni cosa in fuogo e in pianto,
Cusì ch'el vostro dio no ha più avversari,

Deh! se i deffetti del tempo sassin,
Deh! se la morte no habbia forza in vu,
Voltéve in mi pietosi un tantolin,

Occhi, che havé tanta forza e vertù
Che rezze ogni mio motto, ogni destin,
E la fortuna e più, se si puol più.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Occhi_belli,_occhi_dolci,_occhi_mie_cari&oldid=42583"