Sonetto - Ritratto

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
75%.svg
Qualità del testo: sto testo el xe conpleto, ma el gà ancora da vegner rileto.
Sonetto
1745
Edission e fonte ▼
Da la comedia Il Frappatore, Atto II, Scena 12.

Occhi belli, più bei della bellezza;
Fronte, del Dio d'amor spaziosa piazza;
Naso, maschio real della fortezza;
4Bocca, più dolce assae de una smeggiazza;

Petto, più bianco d'ogni altra bianchezza,
Ondeselle d'un mar che xe in bonazza;
Vita dretta e zentil, come una frezza;
8Fianchi, pan de botirro, o sia fugazza;

Man, puina zentil, che alletta e piase;
Penin, fatto col torno, o col scarpelo;
11Gamba, d'un bel zardin colonna e base:

Quel che vedo, ben mio, xe tutto belo.
Son pittor, son poeta, e me despiase
14Che de più no so far col mio penelo.