I veci che 'speta la morte

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
75%.svg
Qualità del testo: sto testo el xe conpleto, ma el gà ancora da vegner rileto.
I veci che 'speta la morte
1914
Edission e fonte ▼

I veci che 'speta la morte.

I la 'speta sentai su le porte
de le cesete svode d'i paesi;
davanti, sui mureti,
5 co' fra i labri la pipa.
E par ch'i vardi el fumo,
par ch'i fissi el ziel bianco inuvolado
col sol che va e che vien,
ch'i vardi in giro le campagne e, sotto,
10 i copi e le stradete del paese.
Le pipe se ghe studa;
ma lori istesso i le tien 'vanti in boca.
Pipe,
che le xe squasi de butarle via,
15 meze rote, brusade,
che le ciama altre nove:
ma za
le bastarà.
Se senti el fabro del paese bàter,
20 in ostaria ch'i ciàcola,
un contadin che zapa là vizin,
e el rugna
e el se canta qualcossa fra de sé
ch'el sa lu' solo;
25 e po' ogni tanto un sparo,
in quel bianchiz smorto de tuto,
un tiro solo, forte.

I veci che 'speta la morte.

I la speta sentai ne le corte,
30 de fora de le case, in strada,
sentai su 'na carega bassa,
co' le man sui zenoci.
I fioi che zoga 'ntorno.
I zoga coi careti,
35 i zoga còrerse drio,
i ziga, i urla
che no' i ghe ne pol più:
e quei più pici i ghe vien fina 'dosso,
tra le gambe;
40 i li sburta,
i ghe sburta la sedia,
i ghe porta la tera e i sassi
fin sui zenoci e su le man.
Passa la gente,
45 passa i cari de corsa con un strèpito,
pieni, stivai de òmini e de muli
che torna de lavor:
e tra de lori ghe xe un per de fie
mate bacanone,
50 che in mezo a quei scassoni
le ridi e ridi;
e le ga el rosso del tramonto in fronte.

I veci che 'speta la morte.

I la 'speta a marina sui muci
55 tondi de corde;
ne le ombre d' i casoti,
cuciai par tera,
in tre, in quatro insieme.
Ma ziti.
60 I se regala qualche cica
vanzada d' i zigàri de la festa,
o ciolta su, pian pian, par tera,
con un dolor de schena:
i se regala un fulminante
65 dovù zercar tre ore,
con quele man che trema,
pai scarselini del gilè.
A qualchidun ghe vigniria, sì,
de parlar qualche volta;
70 ma quel che ghe vien su,
che lu' el volaria dir,
lo sa anca l'altro,
lo sa anca staltro e staltro.
Nel porto, in fondo, xe 'na confusion,
75 un sussuro lontan,
forte che se lo senti istesso.
I vaporeti parti
e riva drïo man.
I ciapa el largo, i va via pieni neri;
80 i riva driti, i se gira, i se 'costa,
i sbarca in tera
muci de gente
che se disperdi sùbito.
Resta solo el careto de naranze,
85 un per de muli
che i se remena tuto el dopopranzo
là 'torno,
e el scricolar sul sol del ponte.

I veci che 'speta la morte.

90 I la 'speta sentai su le porte
dei boteghini scuri in zitavècia;
nei pìcoli cafè, sentai de fora,
co' davanti do soldi
de àqua col mistrà;
95 e i legi el foglio le ore co' le ore.
In strada,
ch'el sol la tàia in due,
ghe xe un va e vien contìnuo,
un mòverse, nel sol ne l'ombra,
100 de musi, de colori.
I legi el foglio:
ma tute robe xe
che ghe interessa poco;
ma come mi i lo legi,
105 quando che 'speto su 'na cantonada
la mia putela,
che tiro fora el foglio
par far qualcossa,
ma che lèger, credo de lèger,
110 ma go el pensier invezi a tuto altro;
e un caminar, 'na vose,
che me par de sintir,
me fermo e 'scolto.


Flag of the United States.svg Public domain
This work is in the public domain in the United States because it was first published outside the United States prior to January 1, 1923. Other jurisdictions have other rules. Also note that this work may not be in the public domain in the 9th Circuit if it was published after July 1, 1909, unless the author is known to have died in 1948 or earlier (more than 70 years ago).[1]
This work might not be in the public domain outside the United States and should not be transferred to a Wikisource language subdomain that excludes pre-1923 works copyrighted at home.
According to the copyright law of Italy this text will be in the public domain by January 1st 2028.

Veneto: Sto laoro el xe nel publico dominio nei Stati Uniti de la Merica parché el xe stà publicà la prima olta fora dai USA prima del 1° zenaro 1923. In altri stati podarìa essarghe dele leggi difarenti. Donca sto laoro el podarìa no essar mia nel publico dominio in Italia o altre nasion che no sia i USA.
Secondo la leje italiana sui diriti d'autor, sto testo el sarà de publico dominio a scuminsiar dal 1° zenaro 2028.

Italiano: Il presente lavoro si trova nel pubblico dominio negli Stati Uniti d'America, perché è stato inizialmente pubblicato fuori dagli USA prima del 1° gennaio 1923. In altri stati le leggi potrebbero essere diverse. Di conseguenza il presente lavoro potrebbe non trovarsi nel pubblico dominio in Italia o in altre nazioni diverse dagli USA.
In base alla legge italiana sul diritto d'autore, questo testo sarà di pubblico dominio a partire dal 1° gennaio 2028.