Che pensistu de far, o Cazzo mio?

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
75%.svg
Qualità del testo: sto testo el xe conpleto, ma el gà ancora da vegner rileto.
[p. 114 modifica]
L'AUTORE AL SO CAZZO.


SONETTO


Che pensistu de far, o Cazzo mio?
    No ti xe sazio ancora della Mona?
    Voggio ben, che la sia 'na cosa bona,
    4E che in ella ti sii spanto, e sbasìo.

Ma dopo tanto tempo, poffar Dìo!
    Che ti voghi sta barca buzarona,
    E che ti sà, che zà la te cogiona,
    8Gnancora ti te vuol cazzar in rìo?

Mi zà la vedo; no ti xe contento
    In fin a tanto, che no te và fatto,
    11Che ti ghe lassi la Cappella drento.

Mi me contentarìa star a sto patto,
    Se no avessi a provar altro tormento,
    14Xe, ch'i te tagierà, co fà un bisatto.