Per tutto dove son, e dove vago

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
75%.svg
Qualità del testo: sto testo el xe conpleto, ma el gà ancora da vegner rileto.
[p. 189 modifica]
L'AUTORE PENSA SEMPRE ALLA MONA


SONETTO


Per tutto dove son, e dove vago,
    Sempre davanti i occhj gò la Mona,
    De no pensar a quella buzarona
    4Un momento a sto Mondo mi no stago.

Alla prima vorrave esser un mago
    Per farme d'ella in testa una corona;
    E vorrave, che 'l buso della Dona
    8El fusse el liogo, dove pisso, e cago.

Vorrave più, che posso soddisfarme,
    E per tegnirla in man ogni momento
    11De Mona un par de guanti vorrìa farme.

Per ella in summa un impeto me sento,
    Che mi no poderò mai contentarme,
    14Finchè da cao a pie no vago drento.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Per_tutto_dove_son,_e_dove_vago&oldid=42651"