Pagina:Scherzi poetici di vari celebri autori italiani e veneziani.djvu/119

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


Per poder con fondamento
20Dar giudizio in sto argomento.
     Tuto inteso dal tutor,
Trando a parte ogni rossor,
El s'è messo in zenochion
Dimandando compassion
25Con el dirghe: Ve protesto
Che altro libro no ò che questo
Che ve mostro: eccolo quà.
E la boca el g'hà mostrà,
Sogiungendo che l'entrada
30Per de là gera passada;
Po voltandoghe el da drio:
Per de qua tuto è sortio,
E se vede dal bilanzo
Che no gh'è gnente d'avanzo.
35Mal apena che l'avesse
Elo infati le braghesse
Per el capo soo più bon;
Tanto el gera crapulon:
     Quando tuto è consumà,
     40Adio conti: xe saldà.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Scherzi_poetici_di_vari_celebri_autori_italiani_e_veneziani.djvu/119&oldid=67252"