Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/91

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


GHE VUOL 'NA DONNA GRAVIA, CO PIÙ NO TIRA 'L CAZZO.


SONETTO


Chi dise, che bisogna doperar,
    Co'l Cazzo più no tira, el so Coppetto,
    Chi un manego de legno, e chi un sorzetto,
    4E cussì la natura sollevar.

Per quei, che drento ancora voggia andar
    Siben, che'l Cazzo no ghe stà più dretto,
    Mi voggio suggerirghe un mio segretto,
    8Che più naturalissimo me par;

E xe de procurarse sto solazzo
    Con una Donna gravia, giusto in quello,
    11Che la xe per buttar fuora un ragazzo;

Perchè se puol sperar, che quel puttello
    El metta fuora in quel momento un brazzo,
    14E che 'l ve tira drento pò l'Osello.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/91&oldid=60991"