Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/87

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


PARALELLO TRÀ CATON, E L'AUTORE.


SONETTO


Caton, che xe stà un omo in pase, e in guera,
    D'aver fatto tre cose el s'ha lagnà;
    La prima per el Mar d'esser andà,
    4Quando, che lù podeva andar per tera.

La seconda, ch'una zornada intiera,
    Senza gnente imparar ghe sia passà;
    E la terza, a una Donna aver contà
    8Una materia, che secreta giera.

Anca mi de tre cose me lamento,
    Che menar m'abbia fatto la Capella,
    11Quando, che lo podeva metter drento;

Che sia stà un dì senza sborar, ma quella,
    Che più de tutte assae me dà tormento,
    14Xe de no averla mai chiavada ella.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/87&oldid=60987"