Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/76

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


LASSA LA MONA, E SUA RESOLUZION.


SONETTO


Avanti, che le cose mi me lassa,
    Le voggio lassar elle tutte quante,
    E zà mi me feguro da sto istante
    4D'esser morto, e serrà drento 'na Cassa.

La zente mi no vardo più in la fassa
    Contento de mi stesso, come un Biante,
    Più no me move le fatture tante,
    8Che forma de sto Mondo la gran massa.

La sia un Atomo, oppur 'na particella
    Dell'anema del Mondo, la mia mente,
    11La xe sempre 'na cosa molto bella;

Tanto, che medicar continnuamente
    Mi voggio da quà avanti sora quella,
    14Nè della Mona voi saver più gnente.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/76&oldid=60980"