Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/71

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


AL MEDESIMO.


SONETTO


Ti m'hà servìo con tanta pulizìa,
    El mio caro Pittor, che son disposto,
    Ti me ne fazzi un altro a tutto costo
    4Per fornir la mia bella Gallerìa.

Un Quadro de sta sorte mi vorrìa,
    Dove ghe fusse un Frate grosso, e tosto,
    Ch'in t'un canton d'un orto de nascosto
    8Ghe 'l mettesse a 'na Donna da drìo vìa.

In t'un altro canton de st'ortesello,
    Che ghe fusse una Munega ben fatta,
    11Che ghe menasse all'Ortolan l'Osello;

In mezzo per cavar pò la risatta,
    E per dar più rissalto al to pennello,
    14Una conversa pò, che se la gratta.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/71&oldid=60975"