Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/70

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


AL MEDESIMO.


SONETTO


El mio caro Pittor, no son contento,
    Se no ti me fà un altro bel Quadretto,
    Dove ghe sin suso un bel Boschetto
    4Co delle belle Donne, che 'l tiol drento.

Che se veda, che per divertimento
    Do, o tre de quelle 'l tiol in tel Culetto,
    Altre sentae de sora un arzeretto
    8Se la fazza liccar per complimento;

Ch'una guerra la sìa d'Omeni, e Done,
    E che le spade, i schioppi, e i cannonzini
    11Altro no sia, che Cazzi, Culi, e Mone.

Co st'arme, ch'i combatta d'assassini,
    A morir, che se veda le persone
    14A forza de buttar fuora dei nini.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/70&oldid=60974"