Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/57

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Questa xe 'na gran desdita,
    Digo sempre in tel mio interno,
    Che mi son, a far sta vita,
    208Come Tantalo all'Inferno;

E son, come quel gramazzo
    Fatto erede dai Parenti
    In un tempo, che più 'l Cazzo
    212No ghe serve, e gnanca i denti.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/57&oldid=64891"