Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/47

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Tutto quel, che le lezeva,
    Giera libri de moral,
    E de lezer ghe piaseva
    48Qualche bon Quaresimal;

Per aver qualche indulgenza
    De portar giera l'usanza
    Sempre al Collo la pazienza,
    52La centura sulla panza.

Le spendeva in sti suffraggi
    Per notarse in ogni Santo,
    E le fava i so passaggi
    56Per aver el perdon santo.

O dell'Orco, o del Folletto
    Da paura le tremava,
    E la sera andando a letto
    60Mille crose le se fava.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/47&oldid=64881"