Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/44

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


LAMENTO DELL'AUTORE PER ESSER NATO PRESTO.


CANZONE


Col destin me lagno spesso,
    Ch'in un tempo mi sia nato,
    Che de quel, che se fà adesso,
    4No ghe giera gnente affato.

A1tri tempi, che xe questi,
    Quando zovene mi giera,
    Ghe voleva i cinque sesti
    8Per parlar co 'na massera;

Se un gran studio se metteva
    Per parlar a sta cogiona,
    Pensè cosa ghe voleva
    12Per parlar colla Parona.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/44&oldid=60960"