Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/4

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
100 percent.svg
Sta pagina la xe stà trascrita e rileta.


SULLO STESSO ARGOMENTO.


SONETTO


No voggio scriver più cogionarìe,
    Ma da quà avanti scriver voi sul sodo;
    E per ligarme voggio far un vodo
    4A qualcheduna delle tre Marìe;

Perchè mi alfin dirò dell'Eresìe,
    Per questo no voi più batter sto chiodo,
    La xe 'na carne, che no fà bon brodo,
    8E pò, dai dai, le xe buzararìe.

Ma, se mi scriverò cose morali,
    O se farò qualche canzon devota,
    11No goderà se nò quattro Coccali,

Ch'i bell'inzegni vuol sentir la bota,
    E questa no xe mai piena de sali,
    14Se del Cul no se parla, o della Pota.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/4&oldid=60956"