Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/30

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


RIMPROVERA LA NATURA.


SONETTO


Te ne incago, Natura malandrina,
    Siben, che mi gò un Cazzo da Zigante,
    Ti m'hà fatto do gambe co do piante,
    4Do brazzi co do man dretta, e mancina;

Cosa serviva far tanta rovina
    De tanti denti, tante dita, e tante,
    No giera meggio sparagnarne alquante,
    8E zonzerme de Cazzi 'na dozina?

Che ghe n'avesse mì in certe occasioni
    Almanco do, che, quando l'un molasse,
    11L'altro servir podesse alle fonzioni!

Eh no l'è stada pur cosa da pazzo
    A metter tanta pelle nei Cogioni!
    14Perchè no farla in altrettanto Cazzo?

                    Che piaser, che solazzo
In un momento gaverìa la Dona,
    17Sentendo un Cazzo in Cul, e un altro in Mona!

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/30&oldid=60948"