Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/28

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


VECCHIAJA.


SONETTO


Sù i sessanta una bona Cameretta
    Calda d'Inverno, e fresca, co xe Istà,
    Una bona poltrona, un bon soffà,
    4Un bon cuogo, se nò bona cuoghetta.

Magnar spesso con qualche ragazzetta,
    De quelle, che de tutto un poco fà,
    Che canta, balla, ascolta quà, e pò là,
    8E se lassa tirar sù la carpetta.

Schivar quanto se puol la zente sciocca,
    D'amici star in bona compagnia,
    11E sentir a contar di chi và in cocca.

Co s'hà fatto sta vita benedìa,
    E i so boni nonanta pò se tocca,
    14In poltrona morir d'apoplesìa.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/28&oldid=60936"