Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/275

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


    E l'offerta dei Santoni
    30Sia del latte dei Cogioni,
    E la bella ghirlanda dei devoti
    Sia de pelo, e sia i Cazzi i Sacerdoti.

Tutto 'l pesce, che xe in Mar,
    No fà altro, che sborar,
    35Fin'in aria i Mossolini
    Tutti butta fuora i nini.
    Sia de zorno, sia de notte,
    Tutti avvisa, che se fotte.

Viva la Potta, viva 'l so odor,
    40Che mette i Cazzi tutt'in ardor.
            La Potta è quella
            Strada più bella
            Per arrivar, come che và

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/275&oldid=64846"