Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/268

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Che star al fuogo, e per necessità
    Tocca a morir a quel, che no ghe n'hà;
                        48Co 'l Sol pò torna quà;

Che la terra 'l scomenza a rescaldar,
    Se vede la Natura a respirar,
                        51Tutto più bello par;

Osservo a vegnir sù l'erba novella,
    E a correr per el prà la pastorella,
                        54Ch'assae più allegra, e bella

Là và 'l so caro armento pascolando,
    E sul monte, e sul prà la'l và menando,
                        57E la và cantuzzando,

E al so cantar cussì soave, e bello,
    Ghe risponde dall'albero l'Osello;
                        60Allegro el pastorello

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/268&oldid=64842"