Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/259

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


SULLA CREAZION D'EVA.


SONETTO


Sul testamento vecchio un zorno hò letto,
    Che 'l Signor per voler Eva crear
    L'ha fatto prima Adamo indormenzar;
    4E pò l'hà formà d'Eva el bel corpetto.

Saveu, perchè l'è stà cussì furbetto
    De farlo ben dormir, e ronchizar,
    Mentre, che 'l giera attento a lavorar
    8Per l'Omo la compagna del diletto?

Perchè vista d'Adamo la figura
    Bella, graziosa, e viva della Dona,
    11Nol disturbasse mai la gran fattura;

Perchè pien de lussuria buzarona,
    Senza aspettar el fin della Creatura,
    14El gaverìa chiavà mezza la Mona.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/259&oldid=60924"