Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/240

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


VANTAGGIO DEL GIUDIZIO UNIVERSAL.


SONETTO


Frà le tante gran buzare, ch'i conta,
    Quella, che fusse vera mi vorrìa,
    Del zorno del Giudizio, che starìa
    4Là in quel Vallon, com'un Caval da monta.

In quel zorno vorrave dar la zonta
    A tante, ch'hò godesto in vita mìa,
    E certo anca la Mona toccarìa
    8A tante, che quà zò l'hà tegnua sconta.

In quella confusion strabuzarona
    Forse me toccarave all'improviso
    11A qualche Santa de pettarlo in Mona;

E se a caso per mi fusse deciso
    D'andar abbasso, quella santa Dona
    14Me portarìa chiavando in Paradiso.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/240&oldid=60914"