Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/235

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


EL BEN, E 'L MAL XE IN STO MONDO.


SONETTO


I teologhi dise, che de là
    Ghe 'l Limbo, 'l Purgatorio, e ghe xe ancora
    L'Inferno, e 'l Paradiso, ch'innamora;
    4E mi digo, sti lioghi i xe de quà.

Al Limbo ghe xe quelli, che no fà
    Nè ben, nè mal, nè studia, nè lavora;
    In Purgatorio quei, che gà la Siora
    8Zelosa, che per tutto drìo ghe và.

All'Inferno ghè tutt'i ziogadori,
    E quei, ch'innamorai xe in una Dona,
    11Che ghe fà sospirar i so favori,

Che gà indosso una peste buzarona,
    Pieni de piaghe, e pieni de dolori,
    14E in Paradiso quelli, che và in Mona.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/235&oldid=60908"