Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/207

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


VERO RITRATTO DEI FRATI.


CANZONE


Ah! Preti, e Frati, Aneme buzarone,
    Anemalazzi sporchi, Bestie immonde,
    Finti ipocriti; zà no se nasconde,
    4Che sè fioi de Beccazzi, e Puttanone.

Da per tutto ve ficchè, in ogni buso,
    Per veder, se trovè zente cogiona
    Per buzararghe 'l Cul, oppur la Mona;
    8In questo sè perfetti, e avè gran muso.

Sè avari, truffadori, e gran bricconi,
    Porcazzonazzi in grassa tondi, e fati,
    Sè tutti Birbe buzaradi Frati,
    12Ziogador, Puttanieri, e Crapuloni.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/207&oldid=60880"