Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/185

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


INIQUITÀ DEI FRATI.


SONETTO


Colù, ch'in quella Casa fà chiassetti
    Con quelle Putte, ch'è tanto onorate,
    Che ghe paga galani, e recchinetti
    4Per sborar in scondon, chi xelo? Un Frate.

Quell'altro, che collari, e fazzoletti
    Porta a quelle manine delicate
    Da lavar, e al Marìo fà regaletti,
    8Per fotter la Muggier, chi xelo? Un Frate.

Quello, al qual quelle Muneghe garbate
    Con finta de parlar de cose sante
    11Le ghe mena'l Cotal, chi xelo? Un Frate.

Quel, che d'un bel Pretin xe 'l fido Acate,
    E sotto 'l manto de farghe 'l Pedante
    14El ghe lo mette in Cul, chi xelo? Un Frate.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/185&oldid=60874"