Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/18

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Con bravura dei colpi le menasse,
    E con tanto valor le se avvanzasse,
                        48Sinchè le se impirasse;

Se poderave dar, che in sto trastulo
    A chi volesse far troppo da bulo
                        51Le ghe voltasse 'l Culo,

E che allora quell'Omo imbestialìo
    Col Cazzo in man el ghe corresse drìo.
                        54Allora sì per Dìo

Se vederave qualche bella botta,
    Perchè le Donne tiorrìa sù la rotta
                        57Per sparagnar la Potta.

Quelle, che no voltasse mai la schena
    Tornerìa a casa colla panza piena;
                        60Tornerave pò in scena

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/18&oldid=64807"