Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/17

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Se stasse a mì vorrìa un combattimento
    D'Omeni con Donne, che 'l tiol drento
                        33Senza farse spavento;

Ch'in vece d'una spada, o un cortellazzo,
    I Omeni gavesse in man el Cazzo;
                        36In qualche gran campazzo

Vegnisse avanti quella, e questa Dona
    A combatter col Culo, e colla Mona.
                        39Oh che gran cosa bona!

Che tutti in t'una volta se vedesse
    I Omeni, che calasse le braghesse,
                        42Le Donne se mettesse

In fazza, e contro i Cazzi più tiranti
    Via le vegnisse colla Mona avanti,
                        45E furiose, e baccanti

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/17&oldid=64806"