Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/176

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


CONTEGNO DE PRETI, E FRATI.


SONETTO


Preti, e Frati, canagie buzarae,
    Zente d'ogni estrazion, razza de muli,
    Ch'andè a sti Putti buzarando i Culi,
    4E chiavando le Donne maridae.

De povertà fè voto, e castitae,
    E pò ve volè tior tutt'i trastuli,
    Sè ziogadori, Puttanieri, e buli,
    8E questa xe la vostra santitae.

Mi no sò, come a un viver cussì tristo,
    E alle tante gran buzare, che fè,
    11In Cielo staga saldo Gesù Cristo!

O che bisogna dir, che vù savè,
    Come se zà de posta avessi visto,
    14Che tutte quante buzare le xè.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/176&oldid=60865"