Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/174

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


SORA 'L GOVERNO PONTIFICIO.


SONETTO


La Giustizia dei Preti è buzarona;
    Pratichè 'l Stato del Pastor Roman,
    E vederè, per Dìo, pezo d'un Can
    4Trattada nella Leze ogni persona.

Là, per Cristo, ghe vuol buona borsona,
    Se nò in Galìa vù andè col remo in man,
    O per le strade a mendicar el pan,
    8Se i sà, che per diletto sè stà in Mona.

E pò; oh cosa orrenda, che v'atterra!
    I Capi lori i xe de quel bordello,
    11Che crìa vendetta in Ciel, e ancora in Terra.

No ghe basta la Mona, ma bel bello
    I coltiva 'l Bardassa, e i te lo serra,
    14E i te ghe cazza in Cul tanto d'Osello.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/174&oldid=60863"