Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/164

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


SIMILE.


SONETTO


Corrè Frati, corrè col candelotto
    Che la Neni è restada sul stramazzo,
    Imbauteve col Cappuzzo 'l Cazzo,
    4E vestive i cogioni da corrotto;

Savè, se la v'hà tiolto, e sora, e sotto,
    E se d'ella avè fatto ogni strapazzo,
    Zà, che gieri invaghii de quel mustazzo,
    8A pianzerla vegnì tutti de trotto;

Tirè pur fuora mocoli, e candele,
    E grama accompagnevela alla Busa,
    11Le so scolare vegnirà pur ele;

Trela col Culo in suso alla rinfusa,
    No la tien conto de ste bagattele,
    14Ch'a star col Cul in sù la giera usa.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/164&oldid=60853"