Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/120

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


    Xe tornà la procession;

Quando addosso a ste persone
    180Xe arrivà le Zentildone,
    E con aria da Sovrane
    Le gà dito alle puttane;
    Vìa de quà, ch'a nù s'aspeta
    Sto gran Cazzo del Poeta;
    185Questo è un Cazzo d'una mente
    Ch'hà prodotto specialmente
    Per la ricca nobiltà
    Un'idea de libertà,
    E vù altre no sè degne
    190De portar delle so insegne.

Xe saltà una scarabazza
    Delle meggio della piazza,

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/120&oldid=64783"