Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 3.djvu/51

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


PARALELLO TRÀ L'AUTORE, E UN PUTTELLO.


SONETTO


Come, che và incontro un picolo puttello
    Alla so Mamma, che sìa stà lontan,
    Con quel gusto, che salta attorno un can
    4Al so paron, co l'hà trovà l'Osello,

Come và allegro, e baldo el villanello,
    Quando el Sol dalla terra và lontan,
    Con quel gusto una putta tien in man
    8El so novizzo, co 'l ghe dà l'anello,

Cussì nel ritornar, Anema mia,
    A vegnirte a basar la bella bocca,
    11Me par, che al mio piaser egual no sia;

Anzi tanto più grande, e più 'l me tocca,
    Con quella differenza, che saria
    14Dall'andar al passeggio a andar in Cocca.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_3.djvu/51&oldid=60800"