Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 3.djvu/218

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


SULLO STESSO ARGOMENTO.


SONETTO


Oh Dìo! Quella Città cussì famosa
    Per la so libertà, dov'ela andada?
    Deserta ogni bottega, e abbandonada
    4Da chi fava una mostra deliziosa!

La giera in fatti una gran bella cosa
    Veder in le botteghe una filada
    De Donne vestìe tutte da parada,
    8Oh Dìo, che mudazion trista, e nogiosa!

Adesso, ch'i hà desfatto i camerini,
    Chi no gà o casinetto, o la barchetta,
    11Dov'hali da buttar fuora i nini?

Gran disgrazia xe questa a dirla schietta,
    Bisognerà, che vaga sti meschini
    14A farselo menar alla Lozetta.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_3.djvu/218&oldid=60723"