Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 3.djvu/196

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


QUESITO.


SONETTO


Avendo i Tripolini rotto el pato
    Coi Veneziani d'una pase vera,
    Per risarcir l'onor della bandiera
    4Con zelo un Savio gà parlà in Senato.

Un eloquente disputa el gà fato,
    Ch'hà commosso quei Padri in quella sera,
    Tanto, che ai Tripolini de far guera
    8In quel momento el gran Decreto è nato.

Un bravo Comandante i hà scielto in fretta;
    Questo colla so bella dirrezion
    11Hà soggettà sta zente maledetta.1

Chi à più merito cerco in ste do azion,
    Se 'l Savio, che hà proposto la vendetta,
    14O quello, ch'hà eseguìo la commission.

  1. Se alude a la spedizion contro Tripoli fata da la Serenissima nel 1766, in risposta ai atachi contro le navi venexiane (Nota a cura de Wikisource)
Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_3.djvu/196&oldid=60703"