Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 3.djvu/179

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



E le crede d'esser certe;
    Che gnessun sappia'l so vizio,
    Nè le crede esser scoverte
    64Gnanca'l zorno del Giudizio.

Più alla Predica in le Chiese
    No le và, nè all'Oratorio,
    E per vivere all'Inglese
    68Le cogiona el Purgatorio;

Le và in Chiesa, co xe festa,
    Nè le và in altra zornada,
    E le ascolta sù alla presta
    72Una Messa strapazzada;

Più dei Santi, e più dei Cristi
    Elle varda i Zerbinotti,
    E le và per far acquisti
    76De sti poveri merlotti;

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_3.djvu/179&oldid=64675"