Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 3.djvu/178

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Come che i dispendi è grandi
    Anca chi gà un'intradona
    Ghe convien far contrabbandi
    48O del Cul, o della Mona.

Chi vuol tiorse pò solazzo
    De marchiar col Cavalier,
    De menarghe almanco 'l Cazzo
    52Le hà da far el bel mestier,

E, per dirla, xe ben giusto,
    Co le vuol mo sempre quello,
    Che le daga qualche gusto
    56A quel so pover'Osello;

Tanto, che se ben riffletto,
    O per bel divertimento,
    O per qualche regaletto
    60Tutte quante lo tiol drento;

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_3.djvu/178&oldid=64674"