Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 2.djvu/56

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


PER L'ANDATA DEL DUCA A PADOVA.


SONETTO


A far el Cazzador in Padoana
    Andà xe el Duca colla so gran corte;
    Sperando là d'aver la bella sorte,
    4Che no l'hà bù in la Cazza Veneziana;

Che quella razza fusse assae più umana,
    Nè la gabbia la pelle tanto forte,
    Nè la sìa, come l'altre cussì accorte,
    8Per poderse cavar ben la pavana.

Da quello, che se vede, e che se sente,
    Per lù quel Ciel assae xe più seren,
    11E l'hà trovà da star più allegramente;

Se tanto in quei contorni el se trattien,
    No falla a giudicar tutta la zente,
    14Che la Cazza ghe vaga molto ben.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_2.djvu/56&oldid=60606"