Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 2.djvu/281

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


SULLO STESSO ARGOMENTO.


SONETTO


Mondo, tirete in là, tirete in drìo,
    E vù altri alla larga in sta zornada
    Omeni, ch'in la Mona, o in tel da drìo
    4Ben vederme vorressi buzarada.

Tutta in sto zorno me consacro a Dio,
    Nè ancuò voggio dal Mondo esser liccada,
    Se pò doman vorrè mostrarme el Pìo
    8Gnanca dirò de nò a 'na chiavada.

Sta notte intanto voggio star soletta,
    E starò in orazion sino a quell'ora,
    11Che sentirò a tirarme la cocchetta;

Quando pò sentirò a pizzarme, allora
    Mi fingerò, che qualchedun mel metta,
    14E intanto menarò fin, che la sbora.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_2.djvu/281&oldid=60566"