Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 2.djvu/272

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


PER EL PRIMO DÌ DE QUARESIMA.


CANZONE


Xe fenido Carneval,
    Che zornada, che xe questa,errata corrige originale
    Tutti sente qualche mal,
    4Chi in tel Cul, chi in te la Testa.

Tutte quante le Contrade
    Xe deserte, abbandonade,
    Nè s'incontra per le strade,
    8Che pitocchi, che impestade;

No s'avverze, che le Chiese,
    No se sente, che campane,
    Par, che morte sia in Paese
    12Tutte quante le puttane.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_2.djvu/272&oldid=60562"