Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 2.djvu/203

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


PER LA MORTE DE DO RUFFIANI.


SONETTO


Pianzè pur Mone, e vù pianzè pur Cazzi,
    Perchè xe morti i do più gran sostegni,
    Ch'avesse 'l Dio d'Amor nei so bei regni,
    4Siben, che i giera do gran visdecazzi.

Addio divertimenti, addio solazzi;
    Adesso, ch'hà mancà sti boni inzegni,
    No se puol più far conti, nè disegni
    8De fotter Donne, e buzarar ragazzi.

Oh questa sì, che la se puol chiamar
    Desgrazia granda per le buzarone,
    11E per quei, che gà voggia de chiavar!

Nù no savemo dove stìa le Done,
    Le Donne no ne sà dove trovar,
    14Pianzè pur Cazzi, e vù pianzè pur Mone.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_2.djvu/203&oldid=60498"