Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 2.djvu/192

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


ESAGERAZION SORA 'NA MONA.


SONETTO


Gò visto l'altro zorno 'na puttana
    Con una Mona granda in tal maniera,
    Che in prencipio ghe giera una riviera
    4Co un bastimento tutto pien de lana.

Son andà drento in quell'oscura tana,
    E hò visto, ch'i ziogava de bandiera,
    E un Postigion, che andando de carriera
    8El Caval ghè cascà in una fontana.

Hò visto un tiro a sìe, e un gran palazzo,
    Dove ghe giera un Omo, che a un puttello
    11Ghe metteva nel Cul tanto de Cazzo,

E hò visto, che sonando un campanello,
    Una Munega i hà messo in un tinazzo,
    14Ch'al Gastaldo la gà impestà l'Osello.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_2.djvu/192&oldid=60494"