Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 2.djvu/140

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



2Tiolemo esempio prima in Salamon;
    Che per la Mona hà dà in te le pazzìe,
    E privo de giudizio, e de rason
    Hà fatto tante, e tante idolatrìe;
    Orlando, che coll'arme giera bon
    Far tremar un Golia da capo a pìe,
    Zeloso per la Mona l'è stà visto
    Andar matto per strada per sto acquisto.

3Sanson per un tantin de quel servizio
    A Dalida infedel si fà soggetto,
    Tanto se gà oscurà tutto 'l giudizio,
    Che 'l trovava in la Mona ogni diletto,
    L'è andà per una Mona in precipizio,
    Orbo, senza cavei, a so despetto,
    L'à copà i Filistei colla colonna
    Per la Mona fatal della so Donna.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_2.djvu/140&oldid=64535"