Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 2.djvu/124

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


I DIFFETTI DELLE DONNE NE FRENA LA LUSSURIA.


SONETTO


Per quanto delle Donne voi pensar
    Ai so diffetti, e alle so imperfezion,
    No ghè caso, che mai dalla passion,
    4Che gò per elle, me possa liberar.

Me le figuro, co le xe là a pissar,
    Che par proprio se averza un gran cannon,
    Che no ghe sà la Mona mai da bon,
    8E che ogni tanto la ghe suol colar.

Me le immagino in letto, e anca sentae,
    La spuzza, che le fà, quando bel bello
    11Le mola quelle sloffe soffegae;

Gnanca per questo posso far cervello,
    Che, co le vedo, siele buzarae!
    14Tirar le me fà subito l'Osello.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_2.djvu/124&oldid=60461"