Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/55

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Che a brazzacollo tutti se chiappasse
    Omeni, e Donne, e che i se sculazzasse,
                    18Che dopo tutti andasse,

Come, che i Frati i và in te la cella,
    In tei busi de questa, e pò de quella;
                    21E per farla più bella

In tempo, che un davanti ghe 'l mettesse,
    Da un altro per da drìo la lo tiolesse,
                    24E cussì, che i facesse

Quanto xe longo, e largo quel Chieson
    De Cazzi, Culi, e Mone un sol cordon.
                    27Quel, che no fusse bon

D'andar in Culo, oppur d'andar in Cocca,
    Ghe fusse chi ghe lo tiolesse in bocca
                    30In sin, che 'l Cazzo sbrocca,

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/55&oldid=64500"