Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/54

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


EL TEMPIO


SONETTO


Se a mio modo podesse comandar,
    In vece d'una Chiesa alla Madona,
    In onor mi vorrave della Mona
    4Un Tempio famosissimo innalzar.

La so festa vorrìa solennizzar,
    Co xe quella caldana buzarona
    Affin, che tanto l'Omo, che la Dona
    8Sempre sborasse avanti del so Altar.

Esponer mi vorrave in quel sacrario
    De tutte le Città all'adorazion
    11Dei peli della Mona un reliquario;

Che le Donne disesse l'orazion
    Col Cazzo in man in vece del rosario
    Menandose la Mona in zenocchion:
                    15Finìa l'esposizion,

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/54&oldid=60413"