Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/38

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


        Tioremo tutte la perdonanza;

Saltarave allora in pìe,
    E dirave a ste mie Fie
    Andè pur le mie divote
    120Vegnirò da Sacerdote,
    Come un Padre Provincial
    A segnarve col Cotal,
    Come un Padre Missionario
    A toccarve el Taffanario.

125A chi ghe anderò de sora
    Sin a tanto, che la sbora,
    A chi ghe starò de sotto
    Sin, che gabbia svodà el gotto;
    Chiaverò quella per galla
    130Colle so gran gambe in spalla;

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/38&oldid=64496"